Bed & Breakfast La Fenice

Laghi

La provincia bresciana è un’ampia superficie di quasi 5.000 km quadrati. Confina a nord con quella di Sondrio, a sud con quella di Mantova, a ovest con quella di Bergamo e ad est con quelle di Trento e Verona.

Oltre ad essere la più grande della Lombardia, e la sesta in Italia, è anche considerata una delle più belle province della nostra penisola. Questo lo si deve alla moltitudine di tipologie paesaggistiche che comprende. Infatti, nella provincia bresciana è possibile trovare aree montane, splendide nella bella stagione e importanti per il turismo sciistico invernale, ma anche diversi paesaggi lacustri conosciuti tanto per le loro bellezze naturalistiche quanto per i paesi ricchi di movida che vi sono sorti intorno. La provincia di Brescia, tra le maggiori fonti economiche, vanta proprio il turismo, pur non essendo una località di mare. Il merito di questo va alla grande capacità di gestione delle risorse che, negli anni, ha messo in atto una politica di promozione e valorizzazione delle principali mete turistiche.

Lago di Garda: è il più grande lago italiano, infatti si estende fino a lambire ben tre giorni cioè la Lombardia, il Veneto e il Trentino Alto Adige.

Lago di Iseo: detto anche lago Sebino, si trova nella zona ovest della provincia bresciana, infatti si fonde con quella bergamasca. Il paese divisorio è Sarnico, primo comune sul lago Sebino facente parte di Bergamo.

Lago d’Idro: si trova ai confini col Trentino, è chiamato anche Eridio ed è incrementato principalmente dalle acque del fiume Chiese.

Lago Valvestino: si tratta di un lago artificiale creato principalmente a scopo di produrre energia elettrica. Si trova nel comune di Gargnano ma sfocia, per una piccola parte, in quello di Valvestino da cui prende il nome.

Lago Moro: è un piccolo lago alpino, caratterizzato da un clima estivo fresco, asciutto e molto gradevole. Sorge adagiato tra le colline delle Sorline e di Rodino, i promontori più bassi delle Prealpi Bergamasche.